FDI: Ferrovie sud est al collasso infrastrutturale

  1. COPERTINO ( Lecce ) – “Ferrovie Sud-Est è ormai al collasso infrastrutturale: o si dota di sistemi di sicurezza all’avanguardia oppure sarebbe opportuno inibirne l’attività su rotaia” tuona così Giuseppe Pede, dirigente nazionale di Gioventù Nazionale e portavoce cittadino di Fratelli d’Italia-AN.

Sono ormai tante le segnalazioni di sbarre alzate durante il passaggio dei treni in più parti del Salento, nonostante la tragedia che si verificò il 19 settembre del 2005 quando un treno travolse e uccise a Copertino Diego Palma, 22 anni, mentre attraversava i binari con la sua auto.

Undici mesi fa la tragedia tra Andria e Corato con 23 morti e diversi feriti, ieri lo scontro tra San Donato e Galugnano con 27 feriti, oggi un’altra tragedia sfiorata a Copertino grazie alla caparbietà e la prudenza del macchinista che, vedendo le sbarre alzate, ha attraversato il passaggio a livello a passo d’uomo suonando ripetutamente la sirena.

“L’inefficienza di un’intera classe dirigente delle Ferrovie Sud-Est non può gravare sulla sicurezza dei cittadini e dei suoi stessi dipendenti a bordo dei treni.

Chiediamo un sussulto di dignità anche ai macchinisti, e al personale tutto, affinché con atti dimostrativi chiedano le dimissioni di questa classe dirigente inadeguata e indegna”.

GIUSEPPE PEDE
Dirigente Nazionale Gioventu’ Nazionale
Portavoce Cittadino Fdi-An

NO COMMENTS